Il 24 gennaio 2015 sfilò per le strade di Cremona un corteo di solidarietà antifascista.

La mobilitazione, che coinvolse persone e realtà da tante città, fu chiamata quel giorno a seguito dell’aggressione avvenuta fuori dal centro sociale Dordoni per mano di un gruppo di fascisti ad alcuni compagni. Tra questi Emilio che, dopo esser finito in coma per un colpo alla testa, ha trascorso alcune settimane in ospedale.

La direzione del corteo, era chiara, il centro della città verso la sede di Casapound che proprio quel giorno veniva inaugurata a qualche isolato di distanza dal Dordoni. Nel frattempo la polizia si impegnava a difendere le strade d’accesso alla sede fascista.

Dopo qualche ora di scontri con la polizia per forzare il blocco, il corteo ha attaccato il centro della città che silenziosamente si schierava in difesa dei fascisti, cadono vetrine di lusso, colpite delle banche e la sede della polizia locale.

A seguito della manifestazione 8 persone sono state arrestate con l’accusa di devastazione e saccheggio. Il 30 marzo Tide e Sbob. A giugno Mauro e Matteo. Il 20 ottobre Kuljit (arrestato dopo le delazioni di Sbob), Filippo e Gianmarco mentre Sam non viene trovato e si costituisce il 10 dicembre.

Il 14 gennaio 2016 al tribunale di Cremona è stato aperto il processo secondo rito abbreviato per i primi quattro arrestati. Tutti e quattro sono stati condannati a 4 anni per devastazione e saccheggio e porto abusivo di oggetti atti a offendere. Inoltre per tutti anche il risarcimento al Comune di Cremona, costituitosi parte civile, di 200,000 euro.

Csa Kavarna

Sull’inizio del secondo grado del processo per devastazione e saccheggio sui fatti del 24 gennaio 2015 a Cremona: 1312 E I FRAMMENTI DI RIVOLTA DEL 24 GENNAIO Martedì 13 dicembre al tribunale di Brescia, ore 11,30, si svolgerà il secondo grado del primo filone del processo riguardante i fatti del 24 gennaio scorso avvenuti a […]

Dal processo di Cremona per il 24 gennaio andato a sentenza ieri 14 luglio: Caduto il capo di imputazione di devastazione e saccheggio. Filippo assolto ed a sam e gianmarco 10 mesi per resistenza e danneggiamento. Stasera 15 luglio in Boccaccio a Monza ore 20 presentazione dell’opuscolo con discussione sul 419 c.p. ed a seguire […]

(dal sito csakavarna.org) Il 7 luglio sono state fatte le richieste di condanna e le difese degli imputati, per il secondo filone del processo riguardante la rivolta del 24 gennaio 2015, avvenuta a Cremona per il corteo in solidarietà a Emilio. Sono stati chiesti 5 anni e 4 mesi per Filippo, 4 anni per Sam […]

Il 12 maggio si è tenuta l’ultima udienza del processo di primo grado per i fatti del 15 ottobre 2011 a Roma. Fu una giornata di lotta in cui la rabbia e l’insofferenza, a lungo trattenute, sfociarono in numerose azioni di attacco contro luoghi rappresentativi dello sfruttamento e dell’oppressione e che ebbe il suo culmine […]